top of page

Good Boy


A cosa siamo disposti pur di trovare l'amore della nostra vita? E cosa si può nascondere dietro un'apparente perfezione?



Questo film uscito solo in alcuni cinema selezionati e su varie piattaforme l'8 Settembre 2023 e diretto da Viljar Bøe ci mostra senza pietà una crudele realtà tra dominazione e possessione e i privilegi delle alti classi sociali sulle classi inferiori che ricercano quel benessere e quella stabilità che una persona agiata può dare.



Christian e Sigrid si incontrano su'app per single, l'attrazione è folgorante, ma l'inghippo è dietro l'angolo e Sigrid dovrà fare i conti con il compagno di vita di Christian, Frank, un'uomo che vive con lui e che per scelta e per solitudine ha deciso di indossare un costume da cane e vivere e comportasi come tale.



Ma attenzione, nulla è come sembra e lo stravolgimento di trama che porta ad uno shock nello spettatore arriva come un pugno allo stomaco.



Crudele, freddo, apatico, un film che ci racconta una realtà che vogliamo ignorare e a cui molto spesso sottostimato volontariamente per paure sviluppate da una società sempre più vuota e che ci vuole individualisti arroganti ma anche pronti ad accettare una vita di infelicità per soddisfare quel certo obbligo ad essere una copia, forse per smania di di controllo di un mondo che non accetta il diverso, ma allo stesso modo impone una diversità e uno stile di vita che forse non è per tutti.


La fragilità della solitudine e della paura, ha volte ci guida e ci porta a scelte senza via d'uscita, che non fanno altro che creare situazioni che ci recano ancora più dolore fino ad arrivare e oltrepassare l'umiliazione.



Se volete addentrarvi in questa visione, io vi consiglio di evitare qualsiasi recensione spoiler e sopratutto il trailer, potrebbe rovinarvi questa favola squilibrata.

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page